Medicina di Regolazione

Lo stato di salute dipende dal corretto funzionamento di meccanismi fisiologici di regolazione.

La perdita costante o ricorrente di questo equilibrio conduce a malattie o disturbi cronici (perdita costante) o ciclici (ricorrenza di cefalee, disturbi intestinali, disturbi psicoemotivi, ecc…).

Patologie/malattie/sintomi locali e sistemici/generali/psicoemotivi possono tutti provenire da una alterazione/perdita di funzione costante o ricorrente!

Il sistema “organismo umano” possiede normalmente capacità di autoregolazione e nella maggior parte dei casi di autoguarigione ma a volte la perdita di funzione può essere estesa al punto da non permettergli più di regolarsi (con sviluppo di disturbi e malattie croniche). In questo caso il sistema va supportato.

La medicina funzionale regolatoria indaga le alterazioni delle normali funzioni dell’organismo che hanno condotto alla patologia con lo scopo di poterle ripristinare e quindi di recuperare lo stato di benessere perduto.

È una medicina personalizzata (lo stesso sintomo in persone diverse potrebbe non derivare dalla stessa causa).

Agendo sulle cause e non soltanto sui sintomi diventa una medicina preventiva riducendo il rischio che lo stesso problema si manifesti nuovamente in futuro, uguale a prima o peggio sotto forma di altri disturbi.